Ho un dolore dentro al cuore

8 Febbraio 2009 2 commenti

Il fiume

4 Febbraio 2009 Commenti chiusi

Campioni…Campioni…Campioni…Campioni…

6 Aprile 2008 Commenti chiusi

Il ritorno alla fanciullezza…

27 Maggio 2007 7 commenti


Il ritorno, dopo tanto tempo, nella casa dove ho abitato da piccolo, (ormai crollata) ha suscitao in me un po’ di malinconia e tristezza, ricordi dell’infanzia rivivono insieme ai volti delle persone care che non ci sono più, i giochi, le gioie vissute, i dolori, si accavallano e sfilano come le immagini di una pellicola filmata davanti ai miei occhi, il tutto accade in pochi attimi…ma tornato a casa dal mio cuore esce quanto segue…

Cara Casetta

Ti lascio e me ne vado…
cara casetta,
compagna della giovane mia vita,
con la forza di spostare le montagne
… è la giovinezza!!!
L’erba ti circonda…
e sei coperta di verde
fino allo spuntar’,
del bianco manto,
quando l’inverno ti sorprende
con il camino vuoto e spento.
Le diroccate mura
vedo da lontano,
con dolore
mi avvicino,
per calpestar la soglia tua,
sola nella solitudine,
sei crollata sulle fondamenta
e ti sei assopita,
le travi ai poggiato, sul pavimento,
i coppi fan ripieno, nelle stanze,
insieme alle pietre, delle decadenti mura,
ma il focolare è lì che aspetta…
di scaldare…i ricordi ormai,
soli rimasti…!!!

La primavera

11 Maggio 2007 5 commenti


Arriva pian pianino il cambiamento
neanche te ne accorgi,
non fà rumore e ne baccano
s’ode un profumo da lontano…
ma se guardi è vicino a te,
seduto nel giardino gia fiorito
scrivo quanto segue e vedo…

NEL SILENZIO…
del silenzioso giorno,
l’uomo rumoreggia
il corso della vita,
in cerca del miglior’
miglioramento,
lasciando svanir’
la natural bellezza,
dei fiori
del giardino accanto,
la fiorita siepe
il verde incanto.

Orsù,risvegliati
romantico amore,
contempla
‘si grande meraviglia,
che il ciel’
ti pose al fianco,
non per adornar’
la tua dimora.

Perché resti
l’incanto nel tuo cuore,
si rispecchi
negli occhi tuoi dolenti
ed il sorriso
irradia sul tuo volto,
la luce, gioia
nella tortuosa vita.

Vi mostro…la mostra, un altro pezzo!

27 Aprile 2007 6 commenti


Il tavolinetto da soggiorno scolpito a mano
e riempito di cose inutili:
foglie secche, noci, mandorle, ghiande,
pigne, fichi secchi, conchiglie
e tutto quello che la fantasia mi ha suggerito.
Sopra potete ammirare i fiori
che ho realizzato con delle pigne,

domanda: è bravo il mio maestro?

Chi è il mio mestro????

La natura.

Vi mostro … la mostra!

27 Aprile 2007 Commenti chiusi


La mia esposizione del 25 apprile a San Giorgio di Pesaro.

Vi racconto!

Un fiume di gente, una musica fatta dal vociare di persone frettolose ed attente ad ammirare le bellezze esposte, sul lungo viale che attraversa il paesello, ci sono antichi mestieri, il calzolaio, il fabbro, piccoli e grandi artisti: chi lavora la cera, disegnatori, terre cotte, scultori, alberi fiori vasi fatti con perline colorati, pittori…io sono in una stanza del museo nel piccolo castello (la stalla del cavallo), tantissime persone hanno visitato le mie opere ma soprotutto hanno letto i miei piccoli scritti, in tanti sono tornati anche nel pomeriggio accompagnando amici e parenti a visitare il mio angolo, che una parte vi mostro nella foto. Stanco, ma contento è arrivata l’ora della sera … ho raccolto tutte le soddisfazioni vissute e sono tornato a casa.

Il Quadro …

24 Marzo 2007 24 commenti


Un cinguettio soave già s’ode intorno…
il pesco fiorito
al tiepido calduccio primaverile,
s’imbianca,
con la neve del pazzerello marzo,
è quadro stupendo da vedere
di unico pittore naturale
artista nei colori misti,
di freddo e sole,
si mescolano al verde campagnolo
sfondo del paesaggio naturale,
nuvole,
minacciose e nere,
gonfi dal freddo vento polare,
s’intrecciano,
con il rossastro raggio del tramonto,
danzando,
sopra i monti bianchi della laga.
Grazie artista sconosciuto
del quadro che ci offri da ammirare,
nel cuore è da portare il giorno dopo
‘chè la foto il tutto non contiene.

Gli undici del calcio

3 Marzo 2007 6 commenti


Questa è la ” formazione ideale” per il gioco del pallone che ci piace, scrive SEGNO il giornale dell’azione cattolica, siete d’accordo?
Per me è la squadra che vince il campionato, le coppe europee, la coppa del mondo, voi amici Blog che ne dite?

1 Il calcio non è Dio
2 I calciatori non sono dei
3 Il calcio non ha morti
4 La TV fa male al calcio
5 Il tifo usa il cuore, non le mani
6 Il calcio non è solo maschio e non ha età
7 Il calcio è solo uno degli sport
8 Il calcio è un campetto all’aria aperta
9 Il goal è bellezza
10 Gli stadi appartengono alle famiglie
11 Il pallone è il sorriso di un bambino
….

Riflessione … Interiore…

24 Febbraio 2007 2 commenti

In una intervista alla TV americana, Jane Clayson ha chiesto ad una ragazza orfana a causa della tragedia delle Twin Towers:
“Dio come ha potuto permettere che avvenisse una sciagura del genere?”
La risposta che ha ricevuto è… “interessante”:
Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questo, proprio come lo siamo noi, ma per anni noi gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre scuole, di andarsene dal nostro governo, di andarsene dalle nostre vite.
Essendo lui quel gentiluomo che è, io credo che con calma Egli si sia fatto da parte.
Come possiamo sperare di notare che Dio ci dona ogni giorno la Sua benedizione e la Sua protezione se Gli diciamo: “lasciaci soli”?
Considerando i recenti avvenimenti… attacchi terroristici, nelle scuole…ecc… penso che tutto sia cominciato quando 15 anni fa Madeline Murray O’Hare ha ottenuto che non fosse più consentita alcuna preghiera nelle nostre scuole americane e le abbiamo detto Ok.
Poi, qualcuno ha detto: “è meglio non leggere la Bibbia nelle scuole”… (la stessa Bibbia che dice, Tu non ucciderai, Tu non ruberai, ama il prossimo come te stesso) e noi gli abbiamo detto Ok.
Poi, il dottor Benjamin Spock ha detto che noi non dovremmo sculacciare i nostri figli se si comportano male perché la loro personalità viene deviata e potremmo arrecare danno alla loro auto-stima, e noi abbiamo detto “un esperto sa di cosa sta parlando e così abbiamo detto Ok.
Poi, qualcuno ha detto che sarebbe opportuno che gli insegnanti e i presidi non punissero i nostri figli quando si comportano male, noi abbiamo detto Ok
Poi, alcuni politici : Non è importante ciò che facciamo privato purché facciamo il nostro lavoro” e d’accordo con loro, noi abbiamo detto Ok.
Poi qualcuno ha detto:” Il presepe non deve offendere le minoranze”, così nel famoso museo Madame Tussaud di Londra al posto di Maria e Giuseppe hanno messo la Spice girl Victoria Backam e noi abbiamo detto Ok.
E poi qualcuno ha detto:” Stampiamo riviste con fotografie di donne nude e chiamiamo tutto ciò “salutare apprezzamento per la bellezza del corpo femminile”". E noi abbiamo detto Ok.
Ora ci chiediamo come mai i nostri figli non hanno coscienza e non sanno distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.
Probabilmente, se ci pensiamo bene noi raccogliamo ciò che abbiamo seminato.
Buffo come sia semplice, per la gente, gettare Dio nell’immondizia e meravigliarsi perché il mondo sta andando all’inferno.
Buffo come crediamo a quello che dicono i giornali, ma contestiamo ciò che dice la bibbia.
Buffo come tutti vogliono andare in Paradiso, ma al tempo stesso non vogliono credere…pensare né fare nulla di ciò che dice la bibbia.
Buffo come si mandino migliaia di barzellette via e-mail che si propagano come un incendio, ma quando si incomincia a mandare messaggi che riguardano il Signore, le persone ci pensano due volte a scambiarseli.
Buffo come tutto ciò che è indecente, scabroso, volgare ed osceno circoli liberamente nel cyberspazio, mentre le discussioni pubblicate da Dio siano state soppresse a scuola o sul posto di lavoro.
Buffo come a Natale nelle scuole la recita per i genitori non possa essere sulla natività ed al suo posto venga proposta una favola di Walt Disney.
Buffo come si stia a casa dal lavoro per una festività religiosa…ma non si conosca nemmeno quale sia la ricorrenza.
Buffo come qualcuno possa infervorarsi tanto per Cristo la domenica, mentre e di fatto un cristiano invisibile durante il resto della settimana.
Buffo che quando inoltri questo messaggio tu non ne dia una copia a molti di quelli che sono nella tua lista degli indirizzi perché non sei sicuro del loro credo o di cosa penseranno di ciò che pensa la gente di me piuttosto che di ciò che Dio pensa di me.
Stai pensando?

Se dai questa pagina (per e-mail o per fotocopia)
a qualcun’altro forse riuscirai a far
riflettere anche leilui!
Decidi tu se merita di essere passata ad
altri!
Spetta a te scegliere….
Oppure…semplicemente…buttarla: nessuno
saprà mai
che lo hai fatto, o forse…. Qualcuno si.

Tanà